Diario del sottosuolo - Home Page

Registrazione  
martedì 13 novembre 2018
INDICE ARTICOLI   Riduci

Articoli ordinati per ultimo inserito
Premere qui sotto per estendere la tendina


Cliccando sul Titolo di ogni articolo lo si potrà visualizzare singolarmente: in fondo ad essi sarà presente il pulsante Stampa che aprirà l'articolo in una nuova finestra pronto per essere stampato.

Archivio Blog Mensile Riduci

REGISTRATI E ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!


Riduci Diario del Sottosuolo

Portale dedicato a tutti i cercatori che necessitano di un pò di materiale per formarsi e nutrirsi... una specie di compendio di ricerca personale condiviso

Questo è il luogo in cui prorompe la voce di un’anima assetata di verità che vive la propria affannosa ricerca nel “sottosuolo” di se stessa, scavando attraverso l’enigma dell’esistenza, l’infinito della conoscenza, l’irraggiungibile bellezza dell’arte e i tortuosi meandri della società, con la brama di riportare alla luce autentici tesori depositari di verità dimenticate. Riflessioni, intuizioni, confessioni dal profondo rimaste inespresse ...

Inviato da: Stefano Andreoli - Diario del sottosuolo
02/10/2009

(IVb) Le vittime: i giovani

I giovani sono le vittime più dirette dell'atmosfera nichilista del nostro tempo ove il progresso tecnologico ha raggiunto l'apice ma ha causato l'aridità del sentimento e di tutto lo scenario umanistico. Questa società non è più un patto sociale che permette all'individuo di vivere meglio e protetto, ma piuttosto un'arena di sopravvivenza ove, soprattutto per i giovani, il futuro viene visto come estremamente minaccioso, fatto d'insicurezza, di precarietà e d'ansia. E quale modo migliore della paura per distruggere ogni sogno, speranza o aspettativa appena un pò diversa dalla linea conformista generale. Perchè "diverso" è una parola che come ci ricorda il grande P.P.Pasolini, è bandita da questa società che invece di diventare un modo per concretizzare l'energia giovanile e di utilizzarla appieno, la spegne e la sopprime. E non solo la paura per il futuro condiziona fortemente quelle che saranno le scelte del giovane, ma procura inoltre una sorta di terrore verso il prossimo che lo si vede non più come fratello, ma come nemico al quale ci si relaziona con aggressività e ostilità.

E i giovani che più degli altri avvertono questa mancanza e smarrimento sociale sono lasciati senza valori e abbandonati a loro stessi come se l’esserci o il non esserci non farebbe alcuna differenza, parcheggiati un pò dove capita. Tutto ciò però estrania maggiormente il giovane costretto a vivere la propria dimensione (necessaria a tutti per esprimersi) sempre più lontano dalla realtà/società, o lo spinge a fuggire in un mondo parallelo, quando va bene fatto di videogiochi, Internet, musica assordante e divertimento sfrenato (che viene considerato come unico modo di divertimento). Quando va male questo distacco e quest'assenza si manifestano con la degradante dimensione televisiva, la droga, o, nel caso estremo, col suicido.

Nella realtà dei mass-media la persona viene spogliata di tutta la sua profondità e complessità e ridotta solamente a qualcosa che però appare, appare a tutti i costi. Tutta la sfera intima dell'essere umano infatti viene esposta senza pudore (nel senso della soggettività più segreta dell'individuo), facendo di essa qualcosa di superficiale e estremamente banale. Il messaggio conclusivo che arriva al telespettatore sarà pertanto quello dello slogan: un’immagine stereotipata di limitatissima espressività che è il simbolo di un mondo inespressivo, dove l’omologazione ha cancellato ogni diversità e cultura differente. La televisione in particolar modo diventa così un centro di potere che rattrappisce l’inventiva, la creatività e ogni sviluppo umano, ma che offre modelli di identificazione di massa.

La droga invece, mezzo di fuga più drastico, provoca un'illusione di benessere e di apparente felicità, come un'anestesia, un palliativo momentaneo per interrompere la sofferenza del vuoto. Serve per staccarsi da sè e dalla realtà che si vive, per allontanarsi e vivere una dimensione impossibile nel reale... ma è proprio attraverso un'attività contraria, ovvero la ricerca di quella profondità e verità smarrita che fornisce un valore autentico all'essere umano, che si potrà dare un significato alla propria vita ed essere un ponte da ricostruire per la realtà che si vive.

Il suicidio, sempre crescente in Italia, è l’immagine più grave e pericolosa dello specchio di quel vuoto, di quell'assoluta mancanza di senso, del deserto della propria solitudine ove la morte sembra l'unico rimedio. Ma è proprio quel bisogno di senso che ogni giorno si ignora e si trascura che bisogna ascoltare attentamente e che deve spingere ulteriormente a fermarsi durante la frenesia del quotidiano. Tutte queste forme sono esempi dove tutte la potenzialità, l'energia e le capacità che le nuove generazioni possiedono, vengono mal indirizzate e sprecate malamente. Ma per costruire qualcosa e dare senso alla vita ci vuole impegno, uno sforzo che miri al giusto indirizzamento dei propri desideri e non ad un appagamento comodo e immediato.

“Hanno trasformato quei figli dignitosi e umili, con le loro belle nuche, le loro belle facce limpide sotto i fieri ciuffi innocenti… quei ragazzi antichi, bellissimi e pieni dell’antica dignità umana, in esseri mostruosi, artificiali… Quando vedo intorno a me i giovani che stanno perdendo gli antichi valori popolari e assorbono i nuovi modelli imposti dal capitalismo, rischiando così una forma di disumanità, una forma di atroce afasia, una brutale assenza di capacità critiche, una faziosa passività, ricordo che queste erano le forme tipiche delle SS. Una visione apocalittica, certamente la mia. Ma se accanto ad essa e all'angoscia che la produce, non vi fosse in me anche un elemento di ottimismo, il pensiero cioè che esiste la possibilità di lottare contro tutto questo, semplicemente non sarei qui, tra voi, a parlare."

P.P.Pasolini

Tags:
NEWS!   Riduci
Progetti! - domenica 11 settembre 2011

Aggiornata la sezione PROGETTI!

con nuove iniziative inserite...

 maggiori informazioni ...

RISORSE! - domenica 11 settembre 2011

Aggiornata la sezione RISORSE!

Con nuovi spunti inseriti

 maggiori informazioni ...

PERLE! - mercoledì 25 agosto 2010

Aggiornata la sezione Perle...!

con nuove fonti inserite...

 maggiori informazioni ...

TESTIMONIANZE! - mercoledì 18 agosto 2010

Aggiornata la sezione Testimonianze...!

con l'intervista di Marisol, la pittrice e Sebastiano...

 maggiori informazioni ...

NEWSLETTER! - lunedì 12 ottobre 2009
 
Registrandoti (ovviamente è gratis) e iscrivendoti al servizio (da Gestione Servizi) riceverai una notifica ogniqualvolta sarà pubblicato un articolo sul blog.