H.Hesse

Le sue lodi alla vita, all'amore e al viaggio mi scuotono ogni volta che mi addentro nell'incantevole lirica di cui è impregnato lo stile. Qui farete la conoscenza di una profondità divina tale da spingervi a vivere diversamente. Ogni testo è un capolavoro.

Da non perdere "Narciso e Boccadoro" e "Il lupo della steppa."

 
L.Tolstoj
Nesun altro scrittore come il grande maestro russo possiede la terribile sete di verità tipica del filosofo: grazie a questa profonda indagine unita ad uno stile capace di rappresentare con massima fedeltà la molteplicità del reale, T. è in grado di giungere a verità di un'autenticità sorprendente su ogni tipo di campo ideologico e tematico.
E' il massimo formatore umano ed esistenziale, afferra il lettore per la propria coscienza e lo mette di fronte alla ricerca del significato.

Da leggere tutto, da non perdere "Anna Karenina" e "Racconti"

 
 
F.Dostoevskij

Il mio preferito, l'immortale indagatore dell'animo umano che sa trovare le parole per descrivere l'indescrivibile e che ha messo a galla dimensioni dell'uomo ancora ignote e misteriose.    Da leggere tutto, anche se "la lettura non è per tutti." (H.Hesse). 

Da non perdere "Memorie del sottosuolo", "I fratelli Karamazov" e "Delitto e castigo"

 
 P.P.Pasolini

 E' impressionante come lo sguardo penetrante con cui ha attraversato la società e l'individuo sia stato nel tempo profetico. L'estenuante lotta per la difesa della verità che gli è costata la vita oltre all'emarginazione, è per me tra gli esempi pià alti. Da leggere asssolutamente anche per conoscere la straordinaria personalità dell'autore.

Da non perdere "Scritti corsari" e "Lettere luterane". Ottime anche le poesie.

 
O.Wilde

Come sa fare l'artista, W. stupisce e insegna. Oltre che a rapire l'attenzione con il suo arguto genio, ci mostra con la sua penna divina, "come un uomo alla ricerca della Bellezza alla fine trova la Verità" (G.Gulisano).

Da non perdere "De Profundis" e "Il ritratto di Dorian Gray".

 
 E.Fromm

Di tanti filosofi e psicologi che hanno tentato nel '900 attraverso il saggio di racchiudere il proprio pensiero e conclusioni, questo è forse quello che meglio è riuscito nell' impresa di scrutare le verità umane e sociali. Ogni scritto è da leggere, in quanto è  forse ancora più attuale di quanto non fosse a suo tempo.

Consigliati: "L'arte di amare" e "Avere o essere?"

 
C.Bukowski

Se il linguaggio e lo stile possono di primo acchito sembrare bizzarri e volgari, le sue pagine in realtà stillano una delicata poesia spesso sopra uno sfondo di acuta ironia. La filosofia con cui ha condotto la sua vita scapestrata  rappresenta una profonda testimonianza di un malessere e una sofferenza figlia della nostra società.

Da non perdere "Post Office" e "Factotum". Splendide anche le poesie.

 
K. Gibran

La scrittura lirica di questo autore libanese non ha mai smesso d'incantarmi, così come il modo raffinato con cui svela l'inganno delle apparenze che si insidia dietro le cose durante tutto il corso della vita. Ogni perla di saggezza penetra la mente del lettore coinvolgendolo in una lunga riflessione...

Da non perdere "Il Profeta", "Le ali spezzate" e "Il vagabondo"

 
W.Goethe

Il grande conoscitore dell'umanità oltre che a formare col suo enorme sapere enciclopedico, ci fa partecipi delle titaniche bellezze del romanticismo. La natura umana vive uno sviluppo spirituale senza limiti e l'impetuosa forza del sentimento che può possedere è impareggiabile. G. ci mostra tutto ciò nel suo abisso.

Da non perdere "W. Meister" (la trilogia) e "I dolori del giovane Werther".

 
E.A.Poe
Con uno stile unico e avvincente che avvolge il lettore in un labirito senza uscita, il magnifico autore americano scruta e analizza ossessionatamente la profondità dell'abisso dell'essere umano. Poe è "lo scrittore che scava nell'anima dei suoi personaggi con la furia, l'arroganza e la consuetudine del becchino che scava le tombe... Il primo capace di dedicare un poema non alla bellezza, o all'amore, o ai paesaggi, ma a un uccello come il corvo, dall'esistenza tra le più discutibili. Anche grazie a quel becco, Poe riesce a far sentire la sua voce solitaria e controcorrente". Piero Colaprico

Da leggere tutto, consigliate le poesie e "I racconti del terrore" e "I racconti del grottesco"

 
J.Gaarder

Quando l'inquietudine dell'esistenza inizia a farsi sentire allora forse è ora di "saperne di più" avvicinandosi a quelle domande e risposte che da sempre accompagnano la sete di conoscenza dell'uomo. E' quello che intende fare G. con i suoi scritti molto chiari e comprensibili che con la curiosità del bambino, indaga e approfondisce l'uomo e il mondo con  l'occhio del filosofo.

Da leggere assolutamente "Il mondo di Sofia"

 
T. Terzani

Quando penso a questo intrepido giornalista che ha visto corrersi davanti agli occhi la storia raccontandola con lo stupore e la curiosità d'un bambino, non trovo altri modelli contemporanei a cui ispirarmi. Un vero cercatore che ha saputo sempre vivere con coraggio e grande umanità i suoi desideri e ideali attraverso esperienze di viaggio non ripetibili, scovando alla fine dei suoi giorni la polpa della verità. Sono pochi quelli che consiglio di leggere assolutamente nella vita: Terzani è uno di questi.

Da non perdere “La fine è il mio inizio” e “Un altro giro di giostra”

 
B.Russel
Una delle più grandi menti dell'Occidente, ha saputo far innamorare moltissimi della filosofia mostrandone la funzione e l'utilità originali, e promuovendo in ogni opera un profondo senso critico svincolato da superstizioni, pregiudizi e dogmatismi che derivasse totalmente dal proprio percorso di ricerca personale. Oltre al prezioso e creativo contributo in campo filosofico, educativo e pedagogico, fece del suo pensiero un tutt'uno con la vita pratica attraverso un intenso attivismo politico di stampo pacifista.
 
Consigliati: "Storia della filosofia occidentale", "Matrimonio e morale" e "La conquista della felicità"
 
E ancora...
"Antologia di Spoon River" di E.L.Masters "La montagna dalle sette balze" di T.Merton
"Le lettere di Berlicche" di C.Lewis  "Il grande Gatsby" di F.S.Fitzgerald
"Lo spleen di Parigi" di C.Baudelaire "Il libro dell'inquietudine" di F.Pessoa
"La malattia mortale" di S. Kiekegaard "La luna e il falò" di C.Pavese
"La noia" di A.Moravia  "Sostiene Pereira" di A.Tabucchi
"La nausea" di J.P.Sartre "Foglie d'erba" di W.Whitman
"Il maestro e Margherita" di M.Bulgakov "La tregua" di P.Levi
"Sulla strada" di J.Kerouac "Ritratto dell'artista da giovane" di J.Joyce
"Walden, la vita nei boschi" di H.D.Thoreau "L'Alchimista" di P.Coelho
"L'immoralista" di A.Gidè  "Il mio credo, il mio pensiero" di M.K.Gandhi
"Poesie" di N.Hikmet "Poesie" di E.Dickinson
"Amleto" di W.Shakespeare

"Trilogia la rosa" di G.D'Annunzio

"La peste" di A.Camus

"Il vagabondo delle stelle" di J.London

"Vita di Galileo" di B.Brecht "Memorie di un pazzo" di G.Flaubert
"Tonio Kroeger" di T.Mann "Cent'anni di solitudine" di G.G.Marquez
"Vita di un perdigiorno" di J.K.Eichendorff "Uno, nessuno, centomila" di L.Pirandello
"Candido" di Voltaire "Il libro dell'inquietudine" di F.Pessoa
"Lettere a un giovane poeta" di R.M.Rilke "Per l'alto mare aperto" di E.Scalfari
"Poesie, Gitanjali, Il Giardiniere" di R.Tagore  
   
   
...